Marzo, 2022

MarzoRitorno ad AlessandriaMostra

Data

Tutto il mese (Marzo) Giovedì - domenica
15:00 - 19:00

Luogo

Palazzo Cuttica, Alessandria

Dettagli

L’Ascensione di Francesco Crivelli (1576-1577 ca.) per l’altare maggiore di San Marco.

Alessandria, Palazzo Cuttica: 16 dicembre 2021 – 6 marzo 2022:

per la prima volta, l’esposizione al pubblico dell’Ascensione di Cristo di Francesco Crivelli, opera della seconda metà del XVI secolo apparsa come anonima sul mercato antiquario francese nel 2020, che ritorna per la prima volta dopo oltre due secoli nella Città dove fu commissionata dai Marchesi Cuttica di Cassine, che la ordinarono per l’altare maggiore della chiesa domenicana di San Marco in Alessandria.

La mostra-dossier, curata da Olga Piccolo, Lorenzo Mascheretti e Roberto Livraghi, è il risultato di ricerche archivistiche e documentarie e indagini storico-artistiche che hanno permesso di ricostruire ex novo le vicende di commissione e dispersione del dipinto, realizzato attorno al 1576-1577 dal pittore di formazione lombardo-veneta Francesco Crivelli (1520-1580 ca.). Figlio di orafi e amico di intellettuali del calibro di Pietro Aretino e Ludovico Dolce, Crivelli era lodato dalle fonti cinquecentesche come abilissimo nel fare i ritratti, se ne era tuttavia persa quasi ogni traccia sino al recente ritrovamento dell’Ascensione.

Commissionata nel 1576 per celebrare, secondo l’uso del tempo – attraverso una scena di Ascensione – la gloria della famiglia (i cui componenti sono ritratti dal pittore), l’opera fu spostata nel corso dei secoli e lasciò definitivamente Alessandria intorno al 1812, senza più farvi ritorno fino ad oggi.

L’esposizione si configura come dono temporaneo alla cittadinanza e si incentra idealmente sul ritorno dell’opera di Crivelli nella Città per la quale fu pensata e in particolare nel palazzo della famiglia dei committenti, sito proprio di fronte all’antica chiesa domenicana di San Marco.

Il suggestivo allestimento dell’architetto Adolfo Carozzi all’interno del ‘Salone dei passi perduti’ o ‘Salone degli specchi’, al piano nobile del Palazzo Cuttica di Cassine, racconta la straordinaria storia dell’opera attraverso approfondimenti, supporti audio-video e pannelli testuali esplicativi, riguardanti il pittore, la sua biografia e la sua produzione; la famiglia committente e la sua storia; la provenienza dal contesto perduto dei Domenicani di San Marco; le vicende di dispersione e il fortunato recente ritrovamento.

 

Obbligo di esibizione del green pass rafforzato

Organizzatore

Comune di Alessandria, CulturAle | Con il patrocinio di Regione Piemonte, MIC, San Domenico

X